top of page
luis-villasmil-4v8umzx8fya-unsplash (1).webp

Blog

I BIGLIETTI DA VISITA E LA LORO STORIA

I biglietti da visita hanno una storia molto più lunga di quanto si possa pensare. Si è scoperto che sono diretti discendenti di una tradizione centenaria, che ha radici nella Francia del 17esimo secolo.

A quei tempi, le persone lasciavano i loro biglietti in vassoi d’argento piazzati nei corridoi degli appartamenti. Queste piccole cartoline, che riportavano il nome del proprietario ed erano spesso decorate con vari elementi, servivano ai proprietari di casa per tenere traccia dei propri visitatori, e per organizzare di conseguenza visite reciproche.

Già nel 19esimo secolo, questi “biglietti da tasca” erano di gran moda in tutta l’alta società. Guglielmo II di Germania ne aveva uno. Napoleone ne aveva uno. Abramo Lincoln ne aveva alcuni, con la sua immagine:

Durante la Rivoluzione industriale, poi, arrivarono i nuovi imprenditori, che avevano continuamente bisogno di scambiarsi informazioni e contatti per lavoro. Stampati su carta semplice e pesanti, con un lettering pratico e funzionale, questi bigliettini altro non erano che la prima versione dei moderni biglietti da visita che conosciamo oggi.

Ma basta con questa lezione di storia. Quello che voglio sapere è: perché siamo ancora fissati con questo strumento di business, sostanzialmente sempre uguale e così arcaico? Io non possiedo alcun biglietto da visita, e non l’ho avuto per anni. Ho scoperto subito, all’inizio della mia carriera, che nel settore tech raramente ne hai bisogno. Ma anche al di fuori della Silicon Valley, penso sia giunta l’ora di gettare via tutti questi bigliettini, almeno per come li conosciamo adesso. E questo vale per ogni tipo di business.

Iniziamo col dire che la ragione più importante per la quale farlo è anche la più ovvia: per salvare gli alberi. Ogni giorno, solo negli Stati Uniti vengono stampati più di 27 milioni di biglietti da visita, e nell’88% dei casi vengono buttati appena una settimana dopo averli ricevuti.

Pensate a quanti abeti e pini, una risorsa preziosa e limitata, vengono sacrificati per uno scopo che alla fine si rivela quasi inutile! Poi, c’è da considerare anche un altro fatto: le giovani generazioni cambiano lavoro molto più frequentemente rispetto alle vecchie.

Secondo uno studio, la maggior parte dei Millennials si aspetta di lasciare il proprio posto di lavoro entro tre anni. Se ogni membro di questa generazione di lavoratori a breve termine, ogni volta che va via, lascia dietro di sé una scatola neanche troppo usata di biglietti da visita, certamente non dà una bella immagine della responsabilità sociale dell’azienda.

Qual è dunque l’alternativa migliore? Si potrebbe usare carta riciclata o biodegradabile. Ma direi che l’high tech sia assolutamente la strada da percorrere, sebbene la soluzione perfetta non sia ancora stata trovata.

Per un certo periodo, abbiamo avuto Bump. Questa app per iOS e Android, molto popolare, faceva in modo che ci si scambiassero informazioni digitali tra smartphone, con un rapido (e anche piuttosto divertente) colpetto (“bump”, appunto), uno scontro tra un device e l’altro.

Questo servizio fu lanciato nel 2009 e all’inizio del 2013 contava ben 125 milioni di download, una cifra impressionante. Google acquistò Bump alla fine di quell’anno per, si dice, 35 milioni di dollari, prima di sopprimerla qualche mese più in là. (I rumors raccontano che Google si stia servendo della tecnologia di Bump per un nuovo servizio, simile alla funzionalità di condivisione AirDrop della Apple).

Nel frattempo, nell’ultima decade è emersa tutta una serie di applicazioni simili, come Prestoh, CardFlick, CardCloud, SnapDat, Intro e Haystack (l’ultima arrivata), tutte nate con l’intento di trasformare i biglietti da visita in versioni digitali mobile e più convenienti. Nessuna di queste ha spiccato il volo. Molte ci hanno rinunciato.

Oggi è arrivato YOUSCANME.COM, un nuovo servizio che ti permette ti permetterà di scambiare tutti i tuoi riferimenti in pochi istanti, sfruttando contemporaneamente le tecnologie NFC e QR-CODE, evitando l’utilizzo di qualsiasi app. YOUSCANME.COM in pochi secondi farà apparire sullo smartphone del tuo interlocutore un biglietto da visita digitale completo di tutte le informazioni necessari a farti conoscere.

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page